www.teatriatreia.it

In attività: si
Proprietà: Comune
Tipologia: Sala a ferro di cavallo con tre ordini di palchi e loggione a balconata 270 posti
Palcoscenico m 10.00 x 15.00.
Boccascena m 7.50

Notizie Storiche: nel 1792, la sospensione di spettacoli teatrali nelle sale comunali induce i nobili locali ad associarsi al fine di promuovere la realizzazione di un teatro. Il progetto è affidato al concittadino Rusca, a cui viene poi affiancato Giuseppe Lucatelli nella direzione dei lavori. La realizzazione della struttura avviene in modo alquanto frammentario. Nella prima fase, conclusasi nel 1815, è eseguito il corpo principale con la platea e il palcoscenico. Nel 1817 si porta a termine l’atrio, su progetto del conte Filippo Spada. Nell’ultima fase, iniziata nel 1820 vengono eseguite le decorazioni e completata la fabbrica con la realizzazione dei camerini superiori.

Esterno: l’edificio fu costruito nell’area della demolita chiesa di San Martino, un’area nodale nell’impianto urbano della città antica: nelle sue immediate vicinanze sorgeva anche il Castello del Cassero. La facciata dall’imponente insieme neoclassico, assume una propria identità nella piazza: dal basamento diparte l’intelaiatura dell’ordine gigante costituito dalle sei paraste ioniche che inquadrano le aperture del portale e delle finestre ad edicola.

Interno: nella sala interna, la conformazione ad emiciclo di influenza francese, sembra ricordare le scelte planimetriche del Lucatelli, così come la presenza del loggione a galleria dell’ultimo ordine costituito dagli elementi semicircolari di raccordo con il plafone piano del soffitto. La decorazione di quest’ultimo è del pittore treiese Lausdei, che all’epoca sottopose il disegno al giudizio di Ireneo Aleandri.